Oliena

Marchio turistico per Nuoro-Ogliastra

Si chiama Sardinia East Land ed è un progetto che punta a raddoppiare le presenze del turismo internazionale nel Nuorese e in Ogliastra. E' stato presentato ai sindaci del territorio e alla guide ambientali, nella sede della Provincia, dai partner della cabina di regia per il rilancio del centro Sardegna - all'interno di Visit Nuorese - che vede insieme l'assessorato regionale al Turismo, la Provincia, la Camera di Commercio e il Comune di Nuoro. "Lo scopo è quello di migliorare accessibilità, accoglienza e servizi per i turisti e i cittadini e di sviluppare una nuova narrazione turistica online e offline - ha spiegato Giuseppe Giaccardi, consulente di strategia e organizzazione del progetto - Puntiamo a creare un marchio dei territori Nuoro Ogliastra per le guide internazionali. Abbiamo visto che negli ultimi 8 anni questo tipo di turismo è cresciuto in queste zone del 97% e la spesa del 35%. L'idea è di raddoppiare le presenze internazionali ed estenderle a tutto l'anno. Dobbiamo riuscire a creare almeno 100mila posti di lavoro, offrendo l'ambiente, la bellezza dei paesaggi, il silenzio, la cultura e le tradizioni". "Lavoriamo insieme ai sindaci per una nuova stagionalità nelle zone interne - ha affermato l'assessora regionale al Turismo Barbara Argiolas - zone dove abbiamo da proporre un patrimonio identitario forte e diverse eccellenze. Dobbiamo rendere accessibile la Sardegna anche per questi tipi di viaggi, non solo per il turismo balneare. E c'è un primo finanziamento per far partire il progetto di 900mila euro". Per il presidente della Camera di Commercio Agostino Cicalò, "finalmente c'è un impegno serio per il turismo su questo territorio. Dobbiamo testare un modello che potrà essere punto di riferimento in Sardegna e puntare a dare opportunità a questi territori attraverso nuovi redditi. In questo modo si può far tornare a crescere la popolazione nelle zone interne". (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie